Termodinamica

Trasformazioni dei gas: isocora

simulazione (23K)

Una trasformazione si dice isocora o isovolumetrica se il volume rimane costante. Per ottenere i dati relativi a questa trasformazione bisognerebbe fissare il pistone del cilindro che contiene il gas, variare la temperatura dell'ambiente e osservare la variazione conseguente della temperatura e della pressione del gas.

Come pensi che possano variare temperatura e pressione del gas se il volume rimane costante?
  1. All'aumentare della temperatura aumenta anche la pressione interna del gas
  2. All'aumentare della temperatura la pressione interna del gas diminuisce
  3. La variazione di temperatura non influenza la pressione interna del gas

Con il nostro ambiente di simulazione non č possibile tenere fisso il pistone, ma possiamo procedere in un altro modo. Consideriamo il seguente stato iniziale:

Stato del gasvolumepressionetemperatura
AVA = 12,00 dm3PA = 101,49 kPaTA = 20 °C

Aumentiamo la temperatura dell'ambiente ottenendo una dilatazione isobara e poi aumentiamo la pressione con una isoterma riportando il volume nella condizione iniziale

Stato del gasvolumepressionetemperatura
AVA = 12,00 dm3PA = 101,49 kPaTA = 20 °C = 293 K
BVB = 16,34 dm3PB = 101,49 kPaTB = 126 °C = 399 K
CVC = 12,00 dm3PC = 138,28 kPaTC = 126 °C = 399 K

Ora possiamo confrontare lo stato iniziale A e finale C: a paritā di volume si ha che all'aumento di temperatura corrisponde un aumento di pressione. Per verificare se c'č una legge di proporzionalitā diretta, basta fare una semplice proporzione, utilizzando le temperature espressa in kelvin.

A volume costante, la pressione e la temperatura di un gas (in K) sono direttamente proporzionali.

Nel passaggio da uno stato iniziale (pA, V, TA) ad uno stato finale (pC, V, TC), (dove la temperatura č espressa in K) si ha:

pA/TA = pC/TC (II legge di Gay-Lussac)